Condividi:

Dalla grande salina, i resti dell'antico lago salato che migliaia di anni fa occupava l'Africa australe, fino al delta dell'Okavango, unico fiume a sfociare in un deserto di sabbia originando un'immensa oasi ricca di fauna. E poi ancora verso nord, lungo il crinale sabbioso che dell'antico lago era la sponda, fino al Savute, il fiume dai bizzarri cicli di piena e secca che non dipendono dalle stagioni, per finire sul Chobe e sullo Zambesi, dove il grande fiume precipita nella spaccatura della terra: le cascate Vittoria.

Durata: 16 – 20 gg
Periodo: Aprile-Ottobre
Pernottamento: principalmente in tenda con qualche notte in lodge
Spostamenti: in fuoristrada
Target: geologia, fauna e natura in genere
Precauzioni sanitarie consigliate: profilassi antimalarica

  • Attraverso la grande salina, il vasto deserto salato, tutto ciò che resta dell'antico lago che si estendeva nell'Africa australe
  • L'isola di granito punteggiata di baobab, le cui sponde 10 000 anni fa erano popolate di ippopotami
  • Nel delta dell'Okavango, dove il fiume muore nelle sabbie del Kalahari formando una delle più popolate aree umide del pianeta, tra elefanti, leoni, bufali e antilopi
  • Verso nord, lungo la sponda dell'antico lago salato che oggi è soltanto un crinale sabbioso, fino al fiume capriccioso, il Savute, dove i leoni cacciano gli elefanti
  • E ancora verso nord, fino al Chobe e lo Zambesi
  • Le Cascate Vittoria, dove lo Zambesi si getta in una spaccatura della terra formando un fronte di quasi 2 chilometri
e-max.it: your social media marketing partner

Siamo professionisti

African Path si avvale per i suoi viaggi esclusivamente di guide professioniste, addestrate e registrate presso:

Zimbabwe Tourism Authority Zimbabwe Ministry of Tourism FGASA

Iscriviti alla Newsletter

Vorresti fare un viaggio in Africa ma non sei ancora deciso? Ti manderemo i nostri programmi aggiornati e ti faremo venire voglia di riempire lo zaino!