Condividi:

Con il termine Turismo sostenibile si indica quel tipo di turismo in grado di produrre effetti positivi sull'ambiente e sulla popolazione che lo ospita, senza abusarne o esaurirne le risorse o comunque creare su di esse un'eccessiva pressione.
Infatti, l'utilizzo di una risorsa è "sostenibile" se la risorsa che stiamo adoperando (l'ambiente) può durare nel tempo e se ha la possibilità di rigenerarsi in modo da poter sempre essere disponibile ed utilizzabile, anche e soprattutto dalle generazioni future.

Il turismo sostenibile si articola in molteplici strategie e un ruolo di estrema importanza lo riveste l'educazione, sia essa rivolta verso il viaggiatore, che verso la popolazione locale ospitante.
Ogni viaggiatore ha bisogno di esere educato al turismo sostenibile, trasmettendogli principi e norme di comportamento, ma anche fornendogli indicazioni esaurienti, precise e attendibili su ciò che stà visitando, aumentandone in tal modo il coinvolgimento e l'empatia per l'ambiente. Da qui l'importanza della preparazione delle guide, che rappresentano l'anello di congiunzione tra il visitatore e il luogo visitato; a noi guide è affidato il delicato compito di avvicinare ciascun viaggiatore all'ambiente e far germogliare in lui coinvolgimento, passione, empatia e magari anche impegno nella conservazione.

Campo sullo Zambesi durante un safari in Zimbabwe
Ciascuno di noi può fare molto per rendere la propria presenza meno invasiva, dall'evitare di uscire dai tracciati e dalle piste, al limitare il disturbo alle creature che popolano l'ambiente (per esempio non avvicinandosi eccessivamente per ottenere una foto o non prolungando troppo la propria presenza vicino ad un determinato animale impegnato nelle sue normali attività); dal rispettare la raccolta differenziata dei rifiuti al risparmiare acqua ed energia, al ridurre al minimo il rumore prodotto. Insomma, dal momento che la nostra presenza costituisce già di per se un elemento perturbante, la regola resta quella di "camminare in punta di piedi", cercando di disturbare il meno possibile. Essere invasivi è la pratica più devastante che l'ambiente può subire. Il bracconaggio, la caccia e il commercio illegale di parti animali sono sì elementi che pongono in serio rischio alcune specie animali, ma la maggior parte delle specie in pericolo di estinzione si trovano in questa drammatica condizione a causa della riduzione dell'habitat e l'habitat non si polverizza come nel romanzo "La storia Infinita", ma si riduce perché l'uomo espande le sue culture e i suoi centri abitati a discapito di foreste, boscaglie, savane oppure riversa le sue scorie nei mari, nei fiume e nell'aria. Insomma, invade.

Elefante, Mana Pools, Zimbabwe
Noi, nei nostri itinerari, ci muoviamo con piccoli gruppi, minimizzando l'impatto, i consumi di acqua ed energia, i rifiuti  e con la passione per il nostro lavoro cerchiamo di dare al viaggio in Africa un valore emotivo che resti impresso nell'animo del viaggiatore.

mercato_Zimbabwe

D'altro canto, dato che la conservazione si fonda anche sul coinvolgimento delle popolazioni ospitanti, il miglioramento della loro qualità di vita è un elemento determinante e la presenza del turismo, purché resti sostenibile, è il miglior strumento per produrre benefici anche economici sulla società.
La conservazione è spesso un privilegio dei ricchi, perché i poveri hanno altre priorità, perciò migliorare le condizioni di vita delle comunità locali significa concedere loro il "lusso" di dedicare attenzione alla conservazione a lungo termine dell'ambiente e delle sue risorse.

Educazione delle nuove generazioni alla conservazione: Zimbabwe
Le nuove generazioni rivestono un ruolo chiave nelle politiche di conservazione: il mondo di domani sarà il loro mondo ed è per questo che educarli al rispetto ed alla sostenibilità delle risorse ambientali è un compito imprescindibile al quale non possiamo sottrarci.

e-max.it: your social media marketing partner

Siamo professionisti

African Path si avvale per i suoi viaggi esclusivamente di guide professioniste, addestrate e registrate presso:

Zimbabwe Tourism Authority Zimbabwe Ministry of Tourism FGASA

Iscriviti alla Newsletter

Vorresti fare un viaggio in Africa ma non sei ancora deciso? Ti manderemo i nostri programmi aggiornati e ti faremo venire voglia di riempire lo zaino!