Condividi:

Sono le cinque del mattino: l'imminente nascita del giorno inizia ad essere annunciata dal canto crescente degli uccelli diurni. Un francolino crestato lancia il suo gracidante richiamo. Il fiume è a pochi metri dalle nostre tende, collocate sotto i rami bassi di una fila di arbusti i quali concedono ombra per tutta la durata del giorno.


Odo il suono chiaro e nitido dei corpi fendere la superficie dell'acqua. Odo lo scroscio dell'acqua scivolare dai corpi enormi che emergono dall'acqua mentre gli elefanti escono dal fiume e si dirigono verso il nostro campo. Esitano di fronte alle tende, la matriarca si avvicina e attraverso la zanzariera vedo la proboscide carpire il mio odore. Il pachiderma esita, ciondola una zampa, incerta sul da farsi. Poi si tranquillizza e muove verso l'albero iniziando a nutrirsi delle tenere foglie verdi. Tutto il branco si avvicina iniziando un gioioso banchetto attorno noi.


Gli elefanti sono così vicini che potrei toccarli, ma non mi muovo dal mio giaciglio e contemplo estasiato quest'ultimo regalo dell'Africa.
Quando il branco se ne va, usciamo dalle tende. Nessuno fiata, non c'è nulla da dire, ma gli occhi sono pieni di meraviglia per questo ultimo regalo del nostro safari in Africa.

e-max.it: your social media marketing partner

Siamo professionisti

African Path si avvale per i suoi viaggi esclusivamente di guide professioniste, addestrate e registrate presso:

Zimbabwe Tourism Authority Zimbabwe Ministry of Tourism FGASA

Iscriviti alla Newsletter

Vorresti fare un viaggio in Africa ma non sei ancora deciso? Ti manderemo i nostri programmi aggiornati e ti faremo venire voglia di riempire lo zaino!