Condividi:

E' Gennaio: la pioggia scende quasi ogni giorno, a volte sotto forma di brevi temporali, altre volte dura per giorni. Tutto intorno a noi è verde e la vita sembra riprendere fiato dopo la lunga stagione secca.

 

I fiumi si ingrossano a dismisura in poche ore e la pista è un mosaico di pozzanghere fangose che a volte impegnano nella guida per non restare impantanati. Al termine di un game drive non riconosciamo più il colore del mezzo, tanto è ricoperto di fango.
Acqua, fango, umidità, insidie, tutto sembra scoraggiare un viaggio, ma l'Africa sa ripagare gli audaci con incontri memorabili.


All'improvviso, in una radura, un gruppo di piccoli impala ci osserva spaurito. Sono nati da poco, giusto in tempo per trovare riparo tra la vegetazione rigogliosa e nascondersi dai predatori tra l'erba alta, erba che fornisce alle madri un abbondante e sempre disponibile pascolo, così che il loro latte sia ricco e nutriente per i nuovi nati.
E più avanti, lungo il fiume, una coppia di bufali bruca foglie di ninfea, immersi nell'acqua fino al muso. E ancora un maschio di cobo dall'ellisse si staglia fiero e orgoglioso sull'orizzonte.


Con la vegetazione così abbondante e fitta non è facile scorgere gli animali e l'abbondanza di acqua rende ancor meno probabile gli avvistamenti perché la fauna non è costretta ad avvicinarsi al fiume per dissetarsi. Infatti non si vedono elefanti in giro: sono dispersi nel fitto della boscaglia, dove centinaia, forse migliaia di pozze stagionali sono disponibili per una nuotata e per una bella bevuta.


Ma l'Africa non finisce di sorprenderci: oltre la curva, sotto un albero, al riparo dalla pioggia ecco la sagoma sinuosa di una leonessa, accucciata con le orecchie tese ad ascoltare chissà quale movimento di prede. Poco più in la, quasi invisibile tra l'erba, un leone maschio ci osserva con i suoi terribili occhi gialli.


Poi la leonessa si volta, ci guarda... si alza e viene verso di noi. Passa proprio sotto la portiera, scivola lungo la Land Rover e si avvia verso il fitto della boscaglia, scomparendo nel verde.
Con il cuore pieno di emozioni ci riavviamo verso il campo. Il sole volge al tramonto salutando un'altra eccezionale giornata di safari.

e-max.it: your social media marketing partner

Siamo professionisti

African Path si avvale per i suoi viaggi esclusivamente di guide professioniste, addestrate e registrate presso:

Zimbabwe Tourism Authority Zimbabwe Ministry of Tourism FGASA

Iscriviti alla Newsletter

Vorresti fare un viaggio in Africa ma non sei ancora deciso? Ti manderemo i nostri programmi aggiornati e ti faremo venire voglia di riempire lo zaino!