Condividi:

Il viaggio in Africa

Un viaggio non si può comprare già confezionato. Non sarebbe più lo stesso.
 Il viaggio inizia molto prima della partenza: inizia nel momento in cui il pensiero si posa su un luogo e l’idea nasce. L’idea del viaggio.

Si consultano mappe, si sfogliano libri, si ascoltano racconti e tutto contribuisce a costruire il progetto. E tutto è già viaggio: la partenza non è l’inizio, ma la semplice continuazione di qualcosa che è già iniziato molto tempo prima.

Osservare da lontano una cascata è meraviglioso, ma soltanto chi rimane assordato dal rombo, bagnato dagli spruzzi e dissetato dall’acqua appena caduta a valle può dire di aver conosciuto la cascata. Allo stesso modo, soltanto chi ne ha udito il ruggito a pochi metri, o sentito i passi leggeri oltre il telo della tenda può dire di avere conosciuto il leone. Il fuoco del falò, la brezza fresca della sera, la paura delle tenebre con i suoi mille rumori, il sapore impagabile dell’acqua fresca al mattino, la polvere sulla pelle. Sono queste le cose che fanno memorabile un viaggio.

I mezzi

I nostri mezzi sono Land Rover Defender 110 da 9 posti, ma utilizzati per un massimo di 6 persone (delle quali 2 sono personale dello staff). Sono attrezzati per affrontare le piste africane, talvolta al limite della percorrenza, e per trasportare il campo, le attrezzature, i bagagli e tutto quanto il necessario. I mezzi sono dotati di serbatoi supplementari che garantiscono una lunga autonomia, consentendoci di viaggiare anche in aree remote dove non è disponibile il carburante.

Tratte e percorrenze

Generalmente tendiamo a ridurre le ore di viaggio giornaliere, cercando di limitare al massimo entro i 300 km la percorrenza durante una giornata di viaggio e alternando un giorno di viaggio a uno, due o più giorni di permanenza nella destinazione. Tuttavia, alcune piste possono risultare difficili e impegnative, tanto da imporre basse velocità così che 80 km possono richiedere 4 o 5 ore. Alcuni spostamenti, anche se contenuti entro i 300 km possono durare l'intera giornata (ovviamente, in ciascun itinerario non sono previsti più di uno o due di questi trasferimenti). I trasferimenti, anche se impegnativi, non sono però una perdita di tempo: si attraversano differenti ambienti, molti dei quali di straordinaria bellezza; si vedono panorami stupendi, si incontra la gente dei villaggi e si interagisce con essa. Anche questo è parte del viaggio.

Talvolta sono previsti trasferimenti a mezzo di imbarcazioni, traghetti fluviali o anche per mezzo di aerei e alcuni itinerari prevedono la discesa in canoa dei fiumi, anche per la durata di alcuni giorni.

Così, mentre i chilometri scorrono lungo la terra rossa africana, dietro i finestrini sfilano villaggi, fiumi, colline, branchi di erbivori, boschi e foreste e la nostra prossima meta si avvicina.

Chissà quali nuove e sorprendenti esperienze ci riserverà?

e-max.it: your social media marketing partner

Siamo professionisti

African Path si avvale per i suoi viaggi esclusivamente di guide professioniste, addestrate e registrate presso:

Zimbabwe Tourism Authority Zimbabwe Ministry of Tourism FGASA

Iscriviti alla Newsletter

Vorresti fare un viaggio in Africa ma non sei ancora deciso? Ti manderemo i nostri programmi aggiornati e ti faremo venire voglia di riempire lo zaino!